Università 5.0

Dalla gestione della complessità alla creazione di Valore Aggiunto

Pagina in Costruzione

La società contemporanea è anzitutto società della conoscenza, dove il sapere diviene risorsa-chiave e fondamento per lo sviluppo socio-economico di ogni contesto di riferimento. Il corollario che ne consegue è che il mondo universitario è chiamato ad offrire il proprio contributo al miglioramento del benessere sociale della comunità di riferimento, generando quello che, convenzionalmente, viene definito valore pubblico.
Ma la creazione del valore pubblico al di fuori del perimetro delle mura accademiche può concretizzarsi solo se le università attuano al proprio interno meccanismi di riassetto organizzativo capaci di assicurare interscambi informativi veloci tra le numerose attività che compongono i complessi processi finalizzati alla corretta erogazione dei servizi alla collettività e alla produzione di sapere. Una stabile leadership, il senso di appartenenza del singolo lavoratore all’Istituzione, l’aumento dei livelli di coesione in grado di contrastare il fenomeno dell’accentramento delle funzioni e dell’individualismo lavorativo, la diffusione della cultura del benessere lavorativo, si rivelano quali presupposti fondamentali per l’accrescimento dei livelli di performance delle singole organizzazioni ed evidenziano come il vero centro dell’Accademia sia rappresentato dal capitale umano – il cd. capitale intangibile – che si connota come la risorsa per eccellenza, da valorizzare attraverso lo sviluppo e la condivisione delle competenze (in particolar modo delle cd. soft skills), ma anche attraverso la logica del coinvolgimento, basata su un confronto costruttivo e finalizzato ad acquisire gli elementi utili per superare criticità, migliorare le performance e, quindi, favorire in maniera fluida i processi di decision making.
È quindi partendo da queste considerazioni che si avvieranno i lavori del 30° Convegno nazionale del
Coordinamento dei Responsabili Amministrativi delle Università, che vedrà protagonisti numerosi Direttori generali, impegnati a confrontarsi sul tema della gestione della complessità, oltre ad autorevoli relatori, che interverranno, all’interno delle diverse sessioni, su argomenti quali, appunto, il concetto di valore pubblico, la performance, la valutazione e le competenze, come pure, non da ultimi, tutti noi, chiamati a misurarci nel corso di questa importante occasione di crescita e confronto.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi